MECNA

venerdì 10 marzo

    PREVENDITE

    SHARE

Radar Concerti è felice di annunciare le prime date dell’attesissimo tour di MECNA. Il rapper partirà da Milano il 18 febbraio per presentare il suo nuovo lavoro in studio e proseguirà per tutto lo stivale. Il terzo album, Lungomare Paranoia (Macro Beats/A1 Entertainment), arriva a due anni di distanza dal fortunato Laska, che l’ha consacrato come una delle voci più originali e uniche della scena musicale italiana.
 
—————————————
 
Lungomare Paranoia è un lavoro coraggioso che prende definitivamente le distanze dagli schemi e dalle sonorità che caratterizzano il rap italiano. MECNA ha voluto scavare a fondo nel suo modo di essere, con riflessioni ancora più intime e personali, capaci di parlare a una generazione che guarda con paura al futuro e che si è da subito riconosciuta nei suoi testi confidenziali e diretti.
 
—————————————
 
<<“Lungomare Paranoia” è il disco che ho composto con più libertà, nel senso che non mi sono posto limiti di tematiche e suoni. Sono cresciuto e al mio terzo album ho voluto fare le cose completamente a modo mio, un approccio che comunque ho sempre avuto, ma mai così evidente e deciso come ora. Forse prima non ero così sicuro dei miei mezzi, ma questa volta credo sia arrivato il momento di essere davvero me stesso, senza paura delle critiche, soprattutto in un momento di grande fermento e apertura tra le diverse realtà della scena musicale italiana.>>
 
—————————————
 
Come sempre MECNA ha dato massima importanza alla ricerca sonora, cercando formule innovative ed esplorando territori elettronici sempre più sperimentali ed evocati, con la collaborazione di produttori fidati come Iamseife, Lvnar e Alessandro Cianci (sia come compositore e arrangiatore singolo che in coppia con il sound designer Antonio Pagano sotto lo pseudonimo di Drum Machine Drama), beatmaker stimanti della scena rap come Fid Mella, The Night Skinny e 24SVN, il talento dell’elettronica Godblesscomputers e
il giovanissimo producer francese Nude. L’album è stato registrato al Macro Beats Studio da Mirko Filice e Raffaele Giannuzzi, mixato e masterizzato da Gigi Barocco allo Studio 104 di Milano.